Scanner corporali 0 –mutandoni esplosivi 1


©Samara Croci

Ma perché i grandi della terra s’incasinano sempre per le cose più semplici? L’unica domanda che mi sembra importante è: gli scanner corporali avrebbero rilevato il mutandone esplosivo dell’ultimo terrorista nigeriano? Se la risposta è no (come sembra) allora cosa ne discutiamo a fare? Se è si, allora controlliamo che non facciano male alla salute e poi, se fanno sentire più sicuri gli americani, procediamo anche noi come dei pecoroni ad installarli. Pare che la domanda però, non importi a nessuno.

Penso, in ogni caso, che stiamo dando una risposta sbagliata a  questa presunta “minaccia” terroristica all’occidente. Noi siamo qui, pronti a spendere 150.000 euro a scanner e ad aumentare le altissime spese per la sicurezza, e loro, i terroristi, possono uccidere decine di persone con un pannolone. E’ imbarazzante, non credete?

Ieri, un politico di Izquierda Unida, qui a Madrid, ha rimarcato giustamente che più che di scanner corporali e altre cose complicate, abbiamo bisogno di condividere meglio le informazioni che già abbiamo. Infatti l’errore sembra sia stato che il terrorista non era sulla no flying list malgrado si avessero avuto avvisi al riguardo. E questo è anche quello che sottolinea Loretta Napoleoni, uno dei più grandi esperti di terrorismo al mondo. Manca collaborazione e condivisione delle informazioni tra i diversi soggetti implicati.  Nel suo ultimo libro inoltre, la Napoleoni collega la crisi economica mondiale, in parte, con la follia della War on Terror di Bush che durante il suo mandato ha accumulato un debito pari al 18% dell’economia mondiale e al 70% dell’economia USA. Noi europei vogliamo davvero seguire quest’ossessione che porta alla rovina?

©Samara Croci

Vogliamo credere a questa guerra tra una parte del mondo mussulmano e l’Occidente? Beh, se ci vogliamo credere, con queste misure che stiamo prendendo, credo che la perderemo! Vi pare che con le nostre costosissime tecnologie, possiamo pensare di fermare in qualche modo persone che sono così convinte della loro causa e dei loro ideali da sacrificare le loro preziose vite?  A me sembra che invece ci stiamo mettendo i paletti tra i piedi da soli. L’economia americana affonda anche per colpa delle imponenti spese militari di due guerre basate sulle bugie. Noi ci sottoponiamo ai raggi e al controllo degli scanner e un pazzoide rischia di far esplodere tutti con un pannolone. Controlliamo i cittadini che vengono dai paesi mussulmani e alcuni attentatori dell’11/9 avevano passaporto americano. Non possiamo portare bottigliette d’acqua oltre i controlli aeroportuali e il processo in Inghilterra contro gli attentatori che portavano liquidi, è finito in un nulla di fatto (non si sa che cavolo si poteva fare con questo liquido, forse nulla). Non so cosa ne pensiate voi, ma qualcuno ha decisamente un malato senso dell’umorismo e ci sta prendendo in giro. Però io sono stufa che mi dicano di aver paura e di pagare per queste cose inutili.

Eccovi alcuni numeri su cui la Napoleoni ci invita a riflettere:

Costo degli attentati dell’11/9 per gli attentatori: 500.000$

Costo attentato a Madrid per gli attentatori: 20.000$

Costo attentato a Londra per gli attentatori: 15.000$

E ora attenzione a questa!

Bilancio preventivo mensile del Pentagono per la guerra in Iraq e Afghanistan: 12.000.000.000$ (si, sono miliardi e gli 0 ce li metto tutti perché sono impressionanti!). Gli USA spendono in difesa, il doppio di quanto spendono insieme le 15 nazioni che hanno la maggiore spesa militare, incluso il Regno Unito.

Non vi pare che stiamo sbagliando strategia? E mi sembra anche che sia un gorgo senza fondo che può solo portarci alla rovina, ed è molto più pericoloso del rischio di attentati. Un americano infatti rischia di morire statisticamente più per un fulmine che gli cade in testa che per un attentato. Forse l’Europa è gelosa degli impressionanti costi della difesa americana e vuole tentar eguagliarne la grandezza, mettendosi in groppa al ronzino pazzo dei crociati che cavalcano verso la distruzione. E ancora una volta mi ronza in testa la domanda della Napoleoni: perché non si prendono misure serie per colpire il terrorismo nel suo punto di Achille, i SOLDI? Perché non si segue la traccia dei capitali e si combattono le economie sommerse che finanziano il terrorismo? Non si è fatto dopo 11/9 e anche ora, preferiscono discutere di questi scanner, piuttosto che prendere misure serie.

©Samara Croci

E poi mi chiedo, non metteranno mica gli scanner corporali in TUTTI gli aeroporti? E allora, perché i terroristi dovrebbero essere così stupidi da partire da Malpensa e non da Orio al Serio per esempio! Cos’è, i poveri disgraziati passeggeri di Orio possono saltare in aria per un mutandone esplosivo e quelli di Malpensa no? Ancora una volta allora, stiamo cercando di rimpolpare il Gruviera con i mezzi sbagliati, e quello è ancora pieno di buchi! E poi vi immaginate, passare tutti, uno per uno per quegli affari, con le guardie interpretando ogni segnetto strano. Immaginate le code? In alcuni casi diventerà più veloce andare in treno che in aereo (cosa che forse farà pensare anche i terroristi). Spero che almeno si possano richiedere le lastre da portare a casa, così almeno liberiamo il sistema sanitario italiano di un po’ di ingorghi nelle radiografie!

©Samara Croci

Comunque, non è sospettoso che per la prima volta degli esperti di sistemi di sicurezza americani e la “ministra” della difesa americana si riuniscano insieme agli esperti della comunità europea per discutere di questi scanner? Per me, gatta ci cova. Però quando gli Stati Uniti cercano di trascinare l’Europa in questa folle mania della lotta al terrorismo e dell’ossessione per la sicurezza, non ci vedo nulla di buono. L’ossessione del controllo è sempre stata e sarà sempre un’illusione, tanto più se pretendiamo combatterla con questi costosissimi e inutili giocattoloni. Sono convinta che la pista del denaro, nel terrorismo, così come nelle indagini di mafia non deluda mai. Il problema è quali panni sporchi potrebbe rivelare quella pista del denaro e soprattutto di chi. Per questo mi sa che c’è chi preferisce comprare il giocattolone dell’aeroporto ed illudersi di aver fatto qualcosa per il terrorismo, piuttosto che scavare tra i panni sporchi che appestano la ritorta via del denaro. E’ la via più semplice ma anche la più oscura per noi europei.

©Samara Croci

Samara Croci

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

La paura e l’umiliazione sono il seme dell’odio e dell’inimicizia e anche l’invidia. (…) Quando hai assoggettato, resti schiavo a vigilare quelli c’hai reso impotenti a nutrirsi da soli… (Goliarda Sapienza, L’arte della felicità)

Non stavano arrestando un uomo, stavano esorcizzando una paura (Il dio delle piccole cose, Arundhati Roy)

We must leave Iraq, and we will leave Iraq, and we can’t leave Iraq, and that is the equation that turns sand into blood (Robert Fisk)

Un pensiero su “Scanner corporali 0 –mutandoni esplosivi 1

  1. quanto è vero quello che dici.. mi sembra uan vera follia tutto ciò e noi veramente pecoroni che seguiamo l’America e le sue Paure .. tutte sciocchezze. oggi non sipossono portare i liquidi perchè…entro un mese i terroristi hanno trovato una cosa nuova, poi il pannolone.. e ancora una cosa nuova nascerà Inoltre questa gente, se vuole colpire può sempre colpire altro.. non ha mica bisogno degli aerei! noi ci paralizziamo in mille modi e loro trovano sempre soluzioni perchè la loro voglia di combattere è forte… E poi mi preoccupo per la salute. Io non credo che questi scanner non facciano nulla.. ci faranno passare i bambini? le madri incinte, e se loro no, perchè no????

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...