Doppia morale?

Chiesa di San Francesco, Madrid ©Samara Croci

Credo, presa dalla conversazione di cui parlo qui sotto, di non aver fatto una doverosa introduzione. Sono una persona spirituale, credo fermamente in qualcosa di superiore, senza dubbio. Sono sempre affascinata dagli insegnamenti e dalle storie di diverse religioni tra cui e in particolare la cristiana. Ma non ho mai fatto pace con tutto quello che viene dopo le religioni, le strutture ecclesistiche, il clero, il controllo, il potere. Non ho mai visto che avessero nulla a che fare con gli insegnamenti originari e per questo mi sono sempre sentita libera di metterle in discussione. Per me, nulla di quelle sovrastrutture che la sete di potere ha creato, ha a che fare con gli insegnamenti religiosi che hanno affascinato il mio spirito. Peró, proprio perchè credo in una religione del cuore, non penso che si possa imporre un credo a qualcuno, nè la propria morale, nè tantomeno, com’è il caso, abusare della posizione di “uomini di Dio” per irretire e commettere violenze terribili su altri che ripongono piena fiducia nella religione. Già il delitto in sé, è tra quelli più terribili a mio parere, ma per i rapporti di forza, potere e controllo psicologico in campo, in questo contesto, è perfino più spregevole.

Nella Chiesa ci sono donne e uomini meravigliosi, ordini che si dedicano totalmente ad aiutare e a lavorare per migliorare il mondo, e quelli sono il “clero” della religione in cui credo io. Questi usurpatori invece e tutta la struttura che li ha coperti, anche senza appoggiarli, ma li ha protetti con il silenzio, quella non fa parte della mia religione.

Quest’ articoletto nasce dalla polemica che è esplosa sulla bacheca di Internazionale, sul nuovo numero dedicato ai preti pedofili e allo scandalo in seno al Vaticano. Ho letto tutti i commenti ma avevo bisogno di spazio per riflettere adeguatamente sul tema.

Bacheca di Internazionale in fb

Poi io ho “contribuito” con un link nella bacheca:

http://www.elpais.com/articulo/sociedad/obispo/Tenerife/afirma/algunos/menores/incitan/abuso/sexual/elpepusoc/20071227elpepusoc_1/Tes

Traduco il titolo: Vescovo di Tenerife: “Ci sono minorenni che desiderano l’abuso e perfino, lo provocano”. (Da un intervista fatta al vescovo dal quotidiano locale di Tenerife, La Opinion)

Lo ammetto, era un contributo avvelenato il mio, però era impossibile non condividerlo. E’ agghiacciante. La moderazione, certo, quella innanzitutto, però, non possiamo continuare per moderazione a nascondere le schifezze, anche perché in altri luoghi e in altri contesti, nella Chiesa avvengono veri miracoli (Comboniani, missionari in giro per il mondo, Caritas per i senzatetto…)

bacheca di Internazionale in fb

Penso però anche a tutta la gente che ha sofferto e soffre ancora a causa di alcune imposizioni della Chiesa cattolica. Rispetto, certo, e dialogo sempre, ma non posso dimenticare le donne macellate sotto i ferracci di aborti illegali perché in Italia dovevamo essere tutti cattolici e pii, o gli omosessuali additati a “malati” da riconvertire o tutte le campagne contro la contraccezione, perfino tra alcune popolazioni cristiane dell’Africa in cui l’AIDS ha raggiunto livelli incontrollabili e in cui i medici lottano da anni per combattere le credenze ancestrali contro la contraccezione.

Per tutti questi che hanno sofferto, a causa delle condanne che una parte della Chiesa ha emesso in virtù della sua presunta purezza e superiorità, per loro, abbiamo il dovere di indignarci e di non lasciare che gli scandali rimangano impuniti. E dovrebbe essere anche nell’interesse dei cattolici!

Nel mio caso, mi accanisco anche perché so che tutto ciò, tra poco, tornerà nel dimenticatoio e la Chiesa tornerà a battagliare tra i nostri politici e nel nostro Governo – che dovrebbe essere laico – per cambiare, in senso restrittivo, la legge sull’aborto o sul testamento biologico e per imporre la sua morale a tutti, credenti e non. Per cui, per una volta, permettetemi di sbattergliela in faccia quella morale che ad alcuni di loro tanto piace sbandierare!

Statue palazzo Gran Via, Madrid ©Samara Croci

I fatti sono terribili e dolorosi e la giustizia, speriamo, farà il suo corso. Quello che però per me è inammissibile è: l’abuso di potere (del ruolo dei preti considerati quindi “esseri spirituali e puri”), l’insabbiamento degli scandali da parte delle alte sfere del potere e la doppia morale della Chiesa. Questa questione della doppia morale proprio non mi va giù. Che continuino a fare proseliti, che si scaglino contro l’aborto, le coppie di fatto, i matrimonio gay, l’eutanasia… quello che volete, per me, perfetto. Ma noi laici, cosa c’entriamo? Io non sono cattolica e vivo in un paese che dovrebbe essere democratico (?) e laico (?).  Già prima era lecito chiedersi con che diritto facessero terrorismo psicologico e campagne di minaccia in ambito politico. Ora, lo è ancora di più. E tutto questo non toglie assolutamente nulla alla gravità dei fatti, né ci allontana dal tema e neppure dovrebbe essere visto come un tentativo di infangare la Chiesa in toto.

Samara Croci

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...