Mongolia, i nomadi che scompaiono

A volte, quando si parla di ricerche e letture, tu puoi cercare, informarti e leggere tutto quello che c’è, ma poi il giusto spunto arriva in maniera del tutto casuale. Lo dico perché quando abbiamo cominciato a fare ricerche per la Mongolia, credo che fosse marzo. Ho cominciato con la Lonely Planet, poi con “Mongolia…

Progetto:RACCONTI

Avete presente quella sensazione che si prova quando si finisce un bel racconto. Si rimane lì, con la testa ancora in quell’universo piccolo ma immenso che ci ha catturati completamente e si fissa quell’ultima riga con la voglia impossibile di proseguire. Ci si aggrappa alle ultime sensazioni, alle ultime frasi, per pochi sfuggenti minuti, sperando…

Un Boss della letteratura americana

Per Luca Briasco la scintilla è nata nella biblioteca di famiglia. C’erano alcuni autori americani di suo padre e da lì ebbe inizio tutto, forse proprio con “I 49 racconti” e “Furore”. Ha la voce profonda e solida Luca Briasco quando inizia a parlare all’incontro della libreria Arcadia di Rovereto in cui presenta il suo…

10 anni dopo Kapuściński: l’universale nei dettagli

Tempo fa mi sono segnata in agenda che il 23 gennaio del 2017 sarebbero stati 10 anni dalla morte di Ryszard Kapuściński, il grande reporter polacco che ha scritto da mezzo mondo reportage bellissimi, sia come corrispondente esteri e sia anche come grande scrittore di reportage di ampio respiro. Avrei voluto dare una rispolverata ai…

Libri e citazioni del 2016

Ricordo quando ero piccola, tornavo dalle vacanze estive e mettevo tutti i libri che avevo letto in una pila verticale e mi sembravano altissimi. A volte ho il ricordo di una pila più alta di me, chissà se è vero. Purtroppo ho una memoria terribile quindi se mi chiedessero i titoli non saprei mai dirli…

Sanctuary Line

Ho appena finito Sanctuary Line di Jane Urquhart. E’ un bellissimo libro che parla essenzialmente di geografie della memoria e dei luoghi che formano la nostra storia. La protagonista racconta della sua infanzia in una fattoria in Canada sulle rive di un grande lago, e racconta delle piccole saghe di famiglia che si tramandano di…

Esistere x sapere di esistere = non esistere

Solo pochi minuti fa i miei occhi hanno smesso di essere pieni di lacrime silenziose per il finale di Leonida, il libro di Nada Malanima (si, la cantante) edito da Atlantide. Mi ha ricordato tantissimo il libro di Goliarda Sapienza, tolta la parte più politica. Bellissimo, come L’Arte della Gioia. E di questo si parla…

Un incontro con Giacomo Sartori e Dio

Qualche giorno fa mi arriva su facebook la notifica della presentazione di un libro alla libreria Piccolo Blu di Rovereto. Si tratta di Sono Dio di Giacomo Sartori (NNeditore). Leggo il trafiletto sulla trama che mi incuriosisce molto. Stufo di andarsene a spasso per il cosmo, Dio si ferma a contemplare l’umanità, tra le sue creazioni…

Storia di una migrazione attraverso sapori, oggetti ed odori

Nidi di rondine di Kim Thúy (Nottetempo) è  un libretto piccolo, che si legge in una giornata o poco più e racconta la storia di una donna vietnamita emigrata in Canada che gestisce un ristorante vietnamita e diventa poi una cuoca rinomata. La sua passione per la cucina la porta a sperimentare e proporre ai…

I consigli del circolo dei lettori dell’Arcadia di Rovereto

Venerdì scorso c’è stato il primo incontro del circolo dei lettori della neonata libreria Arcadia di Rovereto che già in abitualmente propone una serie di fantastici percorsi letterari (libri in cornice o per passare qualche ora veloce) e piccoli bigliettini sui libri che invogliano alla lettura. Il circolo dei lettori è una novità che credo…

Tabucchi e altre mitologie private con Marino Magliani

“Io sono nato in un ospizio per vecchi, cos’altro potevo diventare se non uno scrittore di storie?” Inizia così Marino Magliani che è in visita in Italia per alcuni incontri e qui a Rovereto per presentare la graphic novel “Sostiene Pereira” realizzata insieme al disegnatore Marco D’Aponte (Ed. Tenué). Ligure di nascita ma in fuga…

E’ ora di uscire dalla caverna

In questi giorni non posso smettere di pensare al mito della caverna di Platone e alla Grecia. Sicuramente quelli dentro la caverna siamo noi cittadini europei tutti, e fuori, a scegliere le forme da mostrarci e le ombre da animare c’è la troika. Ma la mia domanda, che forse solo la storia risolverà è se…