Mongolia, i nomadi che scompaiono

A volte, quando si parla di ricerche e letture, tu puoi cercare, informarti e leggere tutto quello che c’è, ma poi il giusto spunto arriva in maniera del tutto casuale. Lo dico perché quando abbiamo cominciato a fare ricerche per la Mongolia, credo che fosse marzo. Ho cominciato con la Lonely Planet, poi con “Mongolia…

10 anni dopo Kapuściński: l’universale nei dettagli

Tempo fa mi sono segnata in agenda che il 23 gennaio del 2017 sarebbero stati 10 anni dalla morte di Ryszard Kapuściński, il grande reporter polacco che ha scritto da mezzo mondo reportage bellissimi, sia come corrispondente esteri e sia anche come grande scrittore di reportage di ampio respiro. Avrei voluto dare una rispolverata ai…

Libri e citazioni del 2016

Ricordo quando ero piccola, tornavo dalle vacanze estive e mettevo tutti i libri che avevo letto in una pila verticale e mi sembravano altissimi. A volte ho il ricordo di una pila più alta di me, chissà se è vero. Purtroppo ho una memoria terribile quindi se mi chiedessero i titoli non saprei mai dirli…

Sanctuary Line

Ho appena finito Sanctuary Line di Jane Urquhart. E’ un bellissimo libro che parla essenzialmente di geografie della memoria e dei luoghi che formano la nostra storia. La protagonista racconta della sua infanzia in una fattoria in Canada sulle rive di un grande lago, e racconta delle piccole saghe di famiglia che si tramandano di…

Un incontro con Giacomo Sartori e Dio

Qualche giorno fa mi arriva su facebook la notifica della presentazione di un libro alla libreria Piccolo Blu di Rovereto. Si tratta di Sono Dio di Giacomo Sartori (NNeditore). Leggo il trafiletto sulla trama che mi incuriosisce molto. Stufo di andarsene a spasso per il cosmo, Dio si ferma a contemplare l’umanità, tra le sue creazioni…

Storia di una migrazione attraverso sapori, oggetti ed odori

Nidi di rondine di Kim Thúy (Nottetempo) è  un libretto piccolo, che si legge in una giornata o poco più e racconta la storia di una donna vietnamita emigrata in Canada che gestisce un ristorante vietnamita e diventa poi una cuoca rinomata. La sua passione per la cucina la porta a sperimentare e proporre ai…

I consigli del circolo dei lettori dell’Arcadia di Rovereto

Venerdì scorso c’è stato il primo incontro del circolo dei lettori della neonata libreria Arcadia di Rovereto che già in abitualmente propone una serie di fantastici percorsi letterari (libri in cornice o per passare qualche ora veloce) e piccoli bigliettini sui libri che invogliano alla lettura. Il circolo dei lettori è una novità che credo…

E’ ora di uscire dalla caverna

In questi giorni non posso smettere di pensare al mito della caverna di Platone e alla Grecia. Sicuramente quelli dentro la caverna siamo noi cittadini europei tutti, e fuori, a scegliere le forme da mostrarci e le ombre da animare c’è la troika. Ma la mia domanda, che forse solo la storia risolverà è se…

Happy birthday Cousteau!

Buon compleanno all’uomo con il berretto di cotone rosso che tanto ha segnato la mia vita da piccola! Mio padre uscito da ingegneria navale e con il pallino di esplorare gli abissi. Aveva appeso a casa una foto di Cousteau incorniciata e una candela accesa alla memoria! Allucinante, ma la sua leggenda mi é rimasta…

73 anni e mi risposo

Ho un ricordo ben definito nella mia testa. Ero minorenne, questo è sicuro, mia madre e mio padre da un notaio decidono se dovrò essere proprietaria di una casa che stanno comprando o usufrutturia. Il notaio dice di mettermi come usufruttuaria, sono ancora minorenne e così i miei genitori avrebbero comunque il controllo sulla casa….

Io, in veste grafica!

Non so cosa ne pensiate voi dei curriculum formato europeo ma io li conto tra i miei acerrimi nemici e mi chiedo come, superato il millennio abbiamo potuto portarceli dietro con noi? Voglio dire, con la comunicazione visiva che ci travolge ogni giorno e la nostra attenzione scarsa da ripartire su mille questioni, come è…

Terzo giorno – Festival di Internazionale a Ferrara

Il primo incontro di oggi è stato un fiume in piena a dir poco, guidato in modo eccellente da Andrea Pipino di Internazionale, ha visto opinioni diverse da parte del francese Bernard Guetta  e dei russi Ilya Azar e Georgij Bovt. Per seguire il tutto, serviva un buona dose di conoscenza pregressa dei conflitti in…