E’ ora di uscire dalla caverna

In questi giorni non posso smettere di pensare al mito della caverna di Platone e alla Grecia. Sicuramente quelli dentro la caverna siamo noi cittadini europei tutti, e fuori, a scegliere le forme da mostrarci e le ombre da animare c’è la troika. Ma la mia domanda, che forse solo la storia risolverà è se…

Happy birthday Cousteau!

Buon compleanno all’uomo con il berretto di cotone rosso che tanto ha segnato la mia vita da piccola! Mio padre uscito da ingegneria navale e con il pallino di esplorare gli abissi. Aveva appeso a casa una foto di Cousteau incorniciata e una candela accesa alla memoria! Allucinante, ma la sua leggenda mi é rimasta…

73 anni e mi risposo

Ho un ricordo ben definito nella mia testa. Ero minorenne, questo è sicuro, mia madre e mio padre da un notaio decidono se dovrò essere proprietaria di una casa che stanno comprando o usufrutturia. Il notaio dice di mettermi come usufruttuaria, sono ancora minorenne e così i miei genitori avrebbero comunque il controllo sulla casa….

Io, in veste grafica!

Non so cosa ne pensiate voi dei curriculum formato europeo ma io li conto tra i miei acerrimi nemici e mi chiedo come, superato il millennio abbiamo potuto portarceli dietro con noi? Voglio dire, con la comunicazione visiva che ci travolge ogni giorno e la nostra attenzione scarsa da ripartire su mille questioni, come è…

L’orto in balcone

E’ possibile fare un orto anche in un balcone piccolo? Io ci sto provando con due balconcini e per ora sono molto entusiasta. Ci vuole però un po’ di organizazione per vedere dove mettere ciascuna pianta in modo che renda al meglio e non soffra. E poi é anche sostenibile! “Nel 1943, negli Stati Uniti…

Una finestra nella mente

Che meraviglia ogni volta che trovi un libro capace di incantarti e farti scorgere oltre la vita di tutti i giorni! Ora però vengono le domande! Il libro è “La cotogna di Istanbul” di Paolo Rumiz (anche l’audiolibro vale veramente la pena). E’ un romanzo affascinante che racconta di un amore profondo, intenso, che chiama…

In fondo non ho mai fatto altro: storytelling!

Da qualche settimana sto preparando un corso sullo storytelling digitale, anzi dovrei dire tre corsi. Il tema è lo stesso nei tre ma il mio pubblico varia: da una prima media che vuole raccontare storie sul Medioevo, a due terze medie che dovranno farlo sulla prima guerra mondiale, fino a un gruppo di adulti con…

Ho fatto pace con la Comunità Europea!

La comunità europea non mi è mai stata molto simpatica. Credo che tutto sia iniziato, per assurdo, al confine svizzero. Avrò avuto 9 anni circa, ero emozionatissima per il mio primo passaggio attraverso una frontiera terrestre. Mi avevano spiegato della foto sul passaporto, dei controlli, dei poliziotti e delle perquisizioni. Ero elettrizzata e terrorizzata, neanche…

Filosofia a Yale

In questi giorni sto frequentando un bellissimo corso introduttivo di filosofia all’università di Yale. E’ un monografico sulla morte, che era anche l’argomento della mia tesi di laurea sul cinema di fantascienza. Ma questa è un’altra storia. In ogni caso, sono entusiasta del mio corso e del professor Kagan. Mi apre la mente, mi riporta…

Le ragioni per cui vivo altrove:

–       i treni partono puntuali –       la gente ti tiene la porta in metrò, nell’ascensore… –       in ascensore salutano entrando ed uscendo e ti sorridono –       si può fare e modificare la dichiarazione dei redditi on line e non è necessario una pluri-laurea in economia –       posso non avere la macchina –       i ragazzi possono…

Espatrio o…?

Un elemento che mi ha colpito del libro della Cucchiarato (Vivo Altrove) è come la maggior parte degli italiani espatriati intervistati dicessero che non era stata un’emigrazione obbligata la loro, ma una scelta volontaria. Avevo dei dubbi su tutto ciò, non capivo questo timore nel dire che era stata una fuga e, a volte, una…

Quando il pensiero supera il gesto…GRAFFITI

…Quando il pensiero supera il gesto…un graffito non è uno schizzo illegalmente abbozzato su un muro, ma una finestra verso qualcos’altro. Quando il pensiero supera il gesto, Neo, il protagonista di Matrix, non ha più bisogno di schivare le pallottole, semplicemente le ferma nell’aria. Sembrano due elementi non correlati, ma in quanto figli dello stesso…